Logo della pagina Semplificazione Digitale in Facebook

Abbiamo creato, assieme a Maurizio Boscarol (www.usabile.it), una pagina su Facebook per raccogliere le segnalazioni dei disservizi nella Pubblica Amministrazione e favorire la discussione sulla “semplificazione digitale”.

La semplificazione digitale della Pubblica Amministrazione dovrebbe essere un obiettivo strategico per il nostro Paese che, purtroppo, è ingolfato da una burocrazia lenta e stratificata. Cittadini ed imprese sono costretti ogni giorno a confrontarsi con le lungaggini amministrative di un apparato statale inutilmente complesso e, finora, incapace di aggiornarsi.

Negli ultimi mesi, un po’ per rispettare le indicazioni che giungevano dall’Unione Europea attraverso l’Agenda Digitale, un po’ perchè ci si è resi conto che la competitività delle aziende italiane è frenata da una burocrazia pervasiva, finalmente, anche l’Italia si è data l’obiettivo di raggiungere un adeguato livello di digitalizzazione dei propri servizi pubblici.
Agenda Digitale Italiana traccia le linee guida sulle quali dovrebbe fondarsi la riqualificazione dei servizi della PA e individua nella digitalizzazione del Sistema Italia una molla per il rilancio dell’economia e per la competitività delle imprese.

Semplificazione digitalePurtroppo, non sempre questi passaggi si sviluppano in modo lineare e il risultato finale, a volte, è una digitalizzazione della complessità: l’utente trova su Internet le stesse complicazioni che troverebbe in una gestione “tradizionale” delle sue pratiche, ma senza il confronto con un operatore umano (cosa che, solitamente, aumenta l’insicurezza). Non proprio quello che, invece, si vorrebbe ottenere.

Ciò può dipendere da molti fattori, non ultimi una progettazione del servizio non pensata sulle reali necessità dell’utente (lo “user-centered design”) e una ancora non diffusa alfabetizzazione digitale che già da sola basterebbe a comprendere i motivi del divario tra utente e servizio.

L’idea, condivisa con Maurizio Boscarol (www.usabile.it), di segnalare i disservizi della “Pubblica Amministrazione digitale” ci ha spinti a creare in Facebook la pagina  Semplificazione Digitale, nella quale approfondire la discussione di singoli casi di servizi inadeguati e di suggerire soluzioni centrate sulle necessità dell’utente.
Vorremmo dar voce a quanti (soprattutto privati e piccole imprese) si confrontano quotidianamente con la complessità del rapporto con la PA su Internet.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *