wifi zone free

wifi zone freeIl responsabile dell’Europol (ufficio di Polizia Europeo) per la lotta al crimine informatico, Troels Oerting, mette in guardia tutti i navigatori di internet avvertendo sulla pericolosità dei Wifi pubblici, spesso poco sicuri e a rischio di furto di dati sensibili.

In un’intervista alla BBC, Oerting ha segnalato la crescita degli attacchi effettuati utilizzando questi accessi per rubare informazioni, identità, password e soldi: “dovremmo insegnare agli utenti che non dovrebbero gestire informazioni sensibili quando usano un WiFi aperto non sicuro.” Il WiFi di casa va bene, ma è meglio evitare l’accesso senza fili offerto in luoghi o locali pubblici.

Ma allora come potersi premunire contro simili minacce? La soluzione più semplice è di utilizzare la connessione dati del cellulare (Edge, 3G, LTE, ecc) al posto del WiFi. Nel caso in cui questo diventa poco praticabile o impossibile, a causa del poco segnale o in mancanza di una connessione dati (per esempio nei tablet solo WiFi), ci si può adottare di un software per la cifratura della connessione (VPN), che ha anche il vantaggio di mascherare la posizione geografica reale. Alcuni nomi di software disponibili per questo scopo sono Anonymizer, Avast! SecureLine, TunnelBear, disponibili per tutti i sistemi operativi sia desktop che mobile.

Fonte Il Disinformatico – Europol: non usate i WiFi pubblici, sono a rischio di furto di dati. Come difendersi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *